La nostra filosofia







Ho sognato un luogo nascosto. L’ho sognato Verde.

L’acqua scorreva calma e lenta.

In lontananza udivo la città muoversi caotica.

Io sorridevo felice abbandonato al sogno.


Un’oasi verde lontana dalla frenesia

VersoVerde nasce in una zona del Naviglio Grande dove la città di Milano incontra la campagna.
Un luogo ideale per le passeggiate, per la corsa, per il canottaggio e per lo sport in generale.

Tra la modernità e la natura abbiamo voluto creare uno spazio in cui fosse possibile fermarsi e staccare dalla frenesia tipica della città più produttiva d’Italia, per riscoprire il valore del relax e della salute.
Un’oasi verde dove potrete ritrovare i sapori dei prodotti della tradizione attentamente selezionati dal nostro staff e rivisitati per offrirvi una nuova esperienza di cucina.
A VersoVerde potrete anche lavorare, ma in un “lounge office” dove coniugare anche il relax e la comodità.
Con la “bike VersoVerde” ci si può avviare verso il centro della città oppure raggiungere la campagna.
VersoVerde è tutto questo: un’oasi di relax, salute, un luogo familiare e conviviale nel quale verrete coccolati gustando solo il meglio.

Rispettiamo l'ambiente riscoprendo il senso dei consumi stagionali.

Testimonial Arch. Paolo Colombo
Arch. Paolo Colombo
Proprietario Verso Verde

Riscoprire la stagionalità dei prodotti

La scelta di VersoVerde è quella di proporre solo prodotti di altissima qualità e a “KM Italia”. Una scelta ponderata, ecologica e morale, che oltre a sostenere il made in Italy e le eccellenze del nostro territorio, è anche una scelta salutista.
I cibi di provenienza locale sono più freschi e l’acquisto direttamente dal produttore consente di ridurre le emissioni di anidride carbonica in atmosfera.
Una scelta doverosa per Verso Verde in termini di sostenibilità ambientale.

Il nostro obiettivo è quello di valorizzare la stupenda proposta di sapori e di bevande della nostra penisola, proponendo i migliori prodotti DOP, DOC, DOCG, che le nostre regioni possono offrire. Tutto questo in armonia con la nostra filosofia incentrata su prodotti ecologici, biologici e/o vegani, nella quale la salute è il punto cardine.


La nostra materia prima a KM ITALIA

Abbiamo voluto chiamare in questo modo la nostra selezione di prodotti (frutta, verdura, vini, birre, etc…) per porre l’accento sulla tipica eccellenza Italiana: oltre a sostenere il nostro territorio, anche questa è una scelta ecologica e ponderata.

Da quanto tempo non avete mangiato una fragola che abbia avuto il sapore, davvero, di fragola? Un prodotto naturale, non fatto crescere industrialmente, consente di riscoprire i veri sapori della materia prima.

Tutto questo è anche possibile rispettando la naturale stagionalità dei prodotti, andando contro i ritmi imposti dalla moderna società dei consumi, che spesso ci ha portato, come individui e come società, ad effettuare scelte errate in termini di alimentazione.





Verso la scelta Vegan


Affrontare un percorso vegano, scegliendo di non mangiare animali e prodotti animali a tavola non è solamente ideologia. Oltre ai nostri clienti e alla loro salute, ne beneficeranno anche altri esseri viventi, l’ambiente e gli ecosistemi che verranno preservati dalla scomparsa degli animali.

Una scelta che Verso Verde vuole fermamente rispettare, proponendo ai suoi clienti, oltre a percorsi ecologici e biologici, anche un’ampia selezione del proprio menù dedicato a chi ha deciso di essere vegano.





VERSO IL NAVIGLIO GRANDE


Un’antica via di comunicazione da riscoprire.

 

I Navigli sono uno dei segni distintivi della città di Milano. Sono un’antica via di comunicazione che per secoli ha messo in contatto il capoluogo lombardo con il lago di Como, il lago Maggiore, il Ticino e quindi con la Svizzera e il resto dell’Europa.
Il Naviglio Grande è il primo dei canali che formano il Sistema dei Navigli milanesi, il più antico e il più importante.
Le sue origini si collocano attorno al 1177 con l’ampliamento di un fossato, poi denominato Ticinello; nel 1209 si arriva a Milano.
Successivi interventi ne aumentano la portata e nel 1272 il canale diventa navigabile: un naviglio.
Nasce dal Ticino, a Tornavento, una località del comune di Lonate Pozzolo (VA), 23 km a sud di Sesto Calende e procede in direzione sud-est fino a Castelletto, nei pressi di Abbiategrasso, dove piega verso Milano, lasciando alla sua destra il Naviglio di Bereguardo.
Ha una lunghezza di 49,9 km, una profondità massima di m 3,80 ed è privo di conche, fu realizzato infatti grazie alla semplice pendenza del terreno.
Termina in Darsena a Milano.
Il primo e più grande canale d’Europa collegava la città con il Lago Maggiore e la Svizzera e fu essenziale per trasportare tutto quanto poteva servire per migliorare la qualità di vita dei milanesi, ai quali portava carbone, vini, carni, pesce, legna e persino i marmi utilizzati per la costruzione del Duomo.
Cascina San Cristoforo, dove ha sede Verso Verde, è un antico nucleo storico che in passato è servito come punto di ricovero dei cavalli che dal Naviglio Grande trasportavano questi materiali verso il Duomo.


I Navigli oggi: divertimento, relax, sport

 

Oggi l’area del Naviglio Grande è maggiormente conosciuta per essere un punto di ritrovo per locali e ristoranti.
Nella zona di Cascina San Cristoforo la città inizia a sublimare nei colori e nella tranquillità della campagna. È un luogo di relax e soprattutto di sport: canottaggio, bicicletta, jogging e passeggiate.